Aglio orsino – Allium ursinum

L’aglio orsino si trova nei boschi umidi, raramente nei prati.

E’ una pianta perenne che si diffonde tramite la divisione delle sue “cipolle” o tramite i suoi semi. Ha foglie ovali grandi e lucenti, spuntano presto in primavera e sono alte circa 30 cm, le prime foglie hanno il bordo arrotolato verso il basso. Le foglie sono carnose e hanno un forte odore di aglio. I fiori bianchi partono da uno stelo triangolare.

Le foglie si usano in insalata o si fa il pesto con noci e pecorino. Una volta cotte il sapore si attenua, è ottimo in frittate, minestre, puree di legumi e torte. Lo stelo è buono quando i fiori sono ancora boccioli, si può usare sott’aceto o come contorno. Quando le foglie appassiscono si può raccogliere la cipolla e usarla come aglio, magari tritato e mescolato a formaggi freschi.

L’aglio orsino ha un forte odore di aglio in ogni sua parte, è fondamentale ricordarselo per evitare di confonderlo con due piante tossiche: il colchico (è mortale, Colchicum autunnale) con foglie più scure e arrotolate lungo un solo asse, cresce nei prati ma si può trovare insieme all’aglio orsino ai margini dei boschi; e con il mughetto (Convallaria majalis) che cresce in tarda primavera e ha un fusto unico e sottile con foglie più opache.

Comincia la discussione

Lascia un commento