Biancospino – Crataegus oxyacantha

Il biancospino è una pianta marziale, si raccolgono fiorellini e rametti in primavera di martedì con luna crescente nelle ore calde del mezzogiorno.

Bacche di biancospino

Secondo le tradizioni magiche il biancospino è una pianta da tenere sempre in casa, berne la tisana e metterne parti nell’acqua del bagno (rametto fresco fiorito o una manciata di fiori secchi). Il biancospino ha il potere di incanalare correttamente la prospera energia della vita, porta la speranza di poter recuperare il potere magico dell’amore e della fede. Aiuta a dissolvere i blocchi energetici ed emozionali che ci siamo costruiti. Si può usare per amuleti di legno o con parti di pianta in sacchetti da portare a contatto con la pelle.

Il Biancospino è noto come cardiotonico vegetale, sia come cura, sia per la prevenzione, regola la circolazione sanguigna con 2 /3 tazze di infuso al giorno. Equilibra la pressione, alzando quella bassa e abbassando quella alta, non genera controindicazioni ma per non assuefarsi è meglio sospenderlo almeno una settimana al mese ed eventualmente sostituirlo con l’altro cardiotonico vegetale: l’Olivo.

Utile anche per angina pectoris, vene varicose, spasmi nervosi. Prima di coricarsi favorisce il sonno in caso di insonnia, vertigini, angoscia, ronzii alle orecchie.

Tisana contro le palpitazioni

35 g biancospino

20 g achillea

20 g melissa

10 g menta

20 g tiglio

5 g ruta

2/3 tazze al giorno lontano dai pasti

Tisana rilassante per il cuore

40 g biancospino

20 g achillea

20 g menta

20 g tiglio

2/3 tazze di infuso caldo al giorno per 2 settimane poi sostituire una settimana con Olivo e poi riprendere.

In queste dosi, a meno di specifiche intolleranze alla pianta, non presenta problematiche.

Comincia la discussione

Lascia un commento