Lunaria – Lunaria annua

La lunaria si coltiva nei giardini come pianta ornamentale e si trova selvatica in luoghi incolti e ai margini dei sentieri. Una specie simile è la lunaria perenne che cresce in luoghi ombreggiati.

Il primo anno produce foglie pelose a forma di cuore, il secondo anno cresce un fusto fino a superare il metro con fiori viola o bianchi seguiti dalle “medaglie del papa”.

In cucina si possono usare le foglie del primo anno, ma sono più interessanti le infiorescenze chiuse per chi ama l’amaro e i frutti teneri di sapore piccante simile al ravanello. I frutti si possono conservare sotto aceto. I giovani fusti si possono bollire pochi minuti per ridurre il sapore amaro e poi ripassare in padella.

Si può confondere con l’alliaria ma senza il caratteristico profumo di aglio.

Comincia la discussione

Lascia un commento