Ombelico di Venere

Cotyledon umbilicus-veneris, optando per un fresco pesto probiotico di ‘ombelico di Venere’ per condire degli gnocchetti di quinoa pronti in pochissimi minuti!

Questa pianta succulenta cresce sui muri e sulle rocce e ad essa è stato dato questo nome poiché il punto di attacco di ogni foglia al suo picciolo sembra proprio un ombelico perfetto, come si immagina debba essere quello di una dea dalla proverbiale bellezza come era Venere.
Per Ippocrate e Dioscoride questa pianta era considerata utile per favorire il concepimento mentre per la medicina europea antica essa era un valido aiuto nei casi di epilessia.
Oggi sono note le sue proprietà emollienti e cicatrizzanti utili per curare piaghe, calli, ulcere.

Ed ora la ricetta del pesto.
– 100 grammi di foglie di umbilicus-veneris;
– uno spicchio d’aglio;
– qualche foglia di menta;
– qualche foglia di prezzemolo;
– una manciata di basilico;
– 50 grammi di pistacchi decorticati;
– olio evo;
– sale q.b.;
– un cucchiaio di tibicos.

ricetta di Carmen Ruello (da FB)

Comincia la discussione

Lascia un commento