Piante medicinali e astri

Leggendo un libro di Carlo Signorini mi sono stupita su capitolo in cui si mettono in relazione le piante con gli astri, un associazione a cui non avevo mai dato importanza.

Ho così “ricordato” che molti eventi nella nostra vita sono legati agli astri: alcune azioni infatti si fanno valutando la posizione della Luna: le semine, il taglio di erbe e legna per fare un piccolo esempio.

Un pianeta più grande come Giove o addirittura il Sole che tipo di influenza potrà avere?

Ogni pianeta ha una caratteristica che si manifesta:

SOLE –solarità, spiritualità, ottimismo e coraggio

LUNA – lunatico, estrosità, sentimenti, emozioni

MERCURIO – sveltezza, leggiadria, intelletto, curiosità

MARTE – focosità, irruenza, istinto, aggressività

VENERE – bellezza, piacere, amore, senso estetico

GIOVE – giovialità, espansività, energie di crescita personale, saggezza

SATURNO – rigidità, severità, isolamento, concentrazione

 

Questi sono i sette pianeti primari, non sono contemplati al momento quelli scoperti successivamente.

Per ogni pianeta si possono individuare caratteristiche delle persone, le corrispondenze fisiche, le caratteristiche delle piante di quel pianeta, le caratteristiche, i metalli e le pietre.

Così abbiamo pianeti che rappresentano il maschile (Sole, Marte) o il femminile (Luna, Venere).

Le piante solari sono cardiache, ricostituenti, sudorifere, stimolanti, toniche.

Le piante lunari sono alterative, attenuanti, hanno azione umida e fredda, agiscono sul plesso del gran simpatico, hanno caratteristiche fermentative ed enzimatiche.

Le piante mercuriane sono alterative, cefaliche, nerviane, addominali, bronchiali, polmonari.

Le piante venusiane contro le infiammazioni degli organi sessuali interni, diuretiche, provocano il vomito.

Le piante marziali sono afrodisiache, stimolanti, toniche, caustiche, risolventi, rubefascenti, vescicanti.

Le piante gioviali balsamiche, emolienti, bloccano lo stimolo del vomito, regolatrici delle funzioni degli organi e degli apparati corporei

Le piante saturnine hanno proprietà antinfiamamtorie, astringenti, febbrifughe, refrigeranti, sedative, coagulanti

 

Tratto la libro “Le erbe del Barba“, di Carlo Signorini

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *