Raponzolo – Phyteuma betonicifolium e spicatum

Il raponzolo montano cresce nei pascoli, nei prati magri, lungo le scarpate e i sentieri, il raponzolo giallo in luoghi simili ma predilige l’ombra dei boschi e sopporta i terreni calcarei.

La rosetta basale del raponzolo è difficile da identificare perché le foglie possono essere molto diverse tra loro con il picciolo lungo che secernono un lattice bianco e dolce. IL sapore delel foglie ricorda la nocciola acerba e il coriandolo. Per riconoscerle è consigliabile assaggiare il fiore l’anno precedente. Le foglei del raponzolo giallo hanno un margine seghettato e forma a cuore. Il fiore spunta su uno stello alto 40 cm ed è viola-blu nel raponzolo montano e giallo-bianco nel raponzolo giallo.

In primavera si raccolgono le foglie giovani con gusto dolciastro simile a quello della infiorescenza e si possono gustare crude o scottate al vapore pochi minuti. Si può usare anche la radice, ma implica sacrificare la pianta.

Prima della fioritura si può confondere con la viola (commestibile) o con altre foglie, nel dubbio si possono assaggiare, di solito le iante di questa famiglia sono sempre commestibili, le foglie possono esere a cuore o lanceolate, o con macchie scure nella nervatura, a volte lisce, a volte pelosa.

Comincia la discussione

Lascia un commento