Silene – Silene vulgaris

Verzette, bubbolini, sfrigoli, schiopitt
Fam. Cariofilacee

Cresce nei prati non troppo grassi sia al sole sia all’ombra, ai margini dei sentieri, nelle scarpate dei vigneti. È famosa per il suo in cucina.

Pianta perenne che in primavera presenta nuove foglie chiare e morbide ottime in risotti e come contorni. Dai fiori nasce il sacchettino che i bimbi si divertono a far scoppiare (da qui il nome s’ciopetin).


Dai ciuffetti primaverili la pianta cresce fino a 50 cm. Foglioline opposte lanceolate e bluastre con poco picciolo. A inizio stagione le punte possono essere rosse o viola. Girando la cimetta tra le dita si sente il rumore delle foglie di verza sfregate tra loro. Dal fiore si formano i palloncini che i bambini fanno scoppiare.

Si raccolgono le cimette prima della fioritura sia appena nate sia più alte. Si mangiano crude in insalata o in minestre e risotti. Ha sapore dolciastro che ricorda la liquirizia e il pisello.

Si può confondere con la saponaria che non si mangia e ha 3 vene parallele al posto di una centrale. Simile anche ad altre silene che sono pelose ma sempre commestibili.

Silene alla ligure

(Meret Bissegger)
1 ct olio evo
1 ct semi di finocchio
30 g uva sultanina
1 spicchio aglio pressato
3 manciate di silene
1 p sale
30 g pinoli tostati
Pepe nero
3 ct olio evo

Scaldare in una padella il ct di olio con i semi di finocchio
Aggiungere l’uvetta e tostare qualche minuto.
Aggiungere e rosolare l’aglio 15 secondi
Aggiungere la silene e il sale e fare appassire coperto 5 minuti.
Aggiungere i pinoli tostati e il pepe nero. Servire con olio evo

Minestra di riso e verzette

1 cipolla tritata
¼ di sedano rapa a cubetti
1 ct di burro
Rosolare a fuoco lento

Aggiungere 1 l di acqua e latte, 3 foglie di alloro e 100 g riso integrale rotondo e cuocere 50 minuti o fino a che il riso è ben cotto.

Aggiungere noce moscata, un pizzico di chiodi di garofano, 4 manciate di silene, 1 ct brodo vegetale in polvere e cuocere 5 minuto.

2 ct di sherry e 50 ml di panna cuocendo ancora 1 minuto.

Malfatti di silene con burro all’ellera

200 g di silene appassita in pentola con poca acqua per alcuni minuti. Raffreddare e tritare.
Aggiungere alle verzette 200g di ricotta fresca, 1 uovo, 20 g pangrattato, 30 g farina , 1 p sale alle erbe, pepe e noce moscata.
Impastare il tutto e creare degli gnocchi. Scaldare in una pentola abbondante acqua salata: fare una prova di cottura ed aggiungere eventualmente altra farina se la ricotta è troppo umida.
Cuocere gli gnocchi per qualche minuto e metterli in una pirofila.

Condirli con 60 g di burro in cui friggiamo 2 ct di foglie di ellera.

Risotto di farro con silene

Prepari un soffritto con 1 cipolla tritata e 1 carota con 1 ct olio evo. Aggiungi 300 g di farro, 1 l di acqua, 2 foglie di alloro, 2 chiodi di garofano e cuoci per 50 minuti. Aggiungere 1 ct brodo vegetale in polvere, 3 manciate di silene 100 ml di vino bianco e 1 ct di olio evo e cuocere ancora 5 minuti.

 

Comincia la discussione

Lascia un commento